domenica 6 aprile 2008

Pere e cioccolato: variazioni sul tema

Lo so, ancora una crostata! Ma dovete sapere che da quando ho scoperto la patè sucrèe (ma è così che si scrive? non so nulla di francese...) di Christophe Felder, con la quale le crostate mi vengono perfettissime, ne sforno in continuazione, per la gioia del maritino, il quale adora la crostata in tutte le sue possibili declinazioni, dalla più semplice alla più articolata!
L'idea era di fare una crostata con pere e cioccolato (a questo proposito...sto tentando di riprodurne una assolutamente DIVINA che ho assaggiato in Francia...ma devo ancora lavorarci!) ma poi mi è venuta voglia di provare a fare una composta di pere, dopo averla vista sul Maiale Ubriaco (purtroppo non riesco a risalire ai post più vecchi se non dal loro archivio e di là non riesco a copiare il link della pagina...comunque l'hanno pubblicata a febbraio 2008!) e non volevo coprirne il sapore con troppa cioccolata. Poi avevo cambiato idea ed avevo deciso di fare una fonduta di cioccolato, che non avevo ancora mai provato. Alla fine, presa dalle mie solite manie di grandezza, ho deciso di fare TUTTO!
Il risultato è stata questa "crostata di pere con fonduta di cioccolato", un dessert composito e delizioso, che ha stupito i nostri ospiti e che ha il vantaggio di riunire in un unico piatto dolce e frutta.

crostata_pere

Ingredienti:

per la pasta:
125 g di farina
15 g di farina di mandorle
55 g di zucchero
75 g di burro
1 tuorlo
1 cucchiaio di acqua fredda
1 pizzico di sale

per la composta di pere:

500 g di pere decane
250 g di zucchero di canna
50 cl di acqua
1 limone
mezza stecca di vaniglia
cannella

una pera decana

per la fonduta al cioccolato:

100 g di cioccolato fondente al 70%
una noce di burro
un kiwi
un cestino di fragoloni
una banana

Preparazione:

Cominciate a preparare la composta di pere. Tagliate le pere a dadini e cospargetele con il succo di limone. Ponete sul fuoco, in un pentolino sufficientemente capiente da contenere comodamente anche le pere, l'acqua e lo zucchero e lasciate cuocere a fiamma dolce fino a formare uno sciroppo; unite la cannella ed i semini della vaniglia, quindi aggiungete le pere sgocciolate dal succo di limone. Cuocete la composta su fuoco basso, coperta (lasciate, se minacciasse di "straripare", una piccola fessura per far fuoriuscire il vapore) per circa 40 minuti, o finché non avrà raggiunto la consistenza che desiderate. Ricordatevi di schiumare di tanto in tanto. Io volevo una composta piuttosto densa, per evitare che l'eccesso di liquido potesse pregiudicare la riuscita della crostata, quindi l'ho fatta cuocere più a lungo. Quando la composta sarà pronta toglietela dal fuoco e, se vi occorre solo per la crostata, lasciatela raffreddare; se, invece, desiderate conservarla, ponetela immediatamente in vasetti di vetro puliti e sterilizzati, chiudeteli e capovolgeteli mentre sono ancora caldi.

Adesso preparate la pasta zuccherata. Mettete nella planetaria o nel mixer il burro, lo zucchero, il tuorlo, la farina di mandorle, il sale ed il cucchiaio di acqua. Azionate l'apparecchio ed amalgamateli insieme, poi aggiungete la farina e continuate a lavorare fino ad ottenere una pasta liscia. Avvolgetela nella pellicola e ponetela a riposare un'ora in frigorifero.
Trascorso questo tempo, stendete la pasta molto sottile (3 mm circa) e rivestite uno stampo da 24 cm di diametro, imburrato ed infarinato. Disponete la composta sul fondo della crostata. Copritela con la rimanente pera (non trattata), lavata e tagliata a fettine sottili, che disporrete a raggiera. Terminate con una spolverata di cannella e un pizzico di zucchero di canna e ponete in forno già caldo a 190° per circa 30 minuti. Sfornate e lasciate intiepidire.

Lavate  e tagliate la frutta, e formate gli spiedini alternando i colori (se li preparate in anticipo, spruzzateli con del succo di limone per evitare che anneriscano).

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria insieme con una noce di burro (oppure un paio di cucchiai di panna fresca).

Dividete la fonduta in piccole ciotoline individuali, cui sovrapporrete lo spiedino di frutta. Disponete in ciascun piatto una fetta di crostata tiepida con a fianco la fonduta con lo spiedo di frutta. Servite immediatamente.

22 commenti:

MissK ha detto...

buona..oggi volevo proprio consumare le pere,ne ho un po' e non voglio che diventino brutte..mi sa che copio la ricetta

NIGHTFAIRY ha detto...

Avevo una voglia di torta di pere oggiiii..Mitiche sia crostata che fonduta!Un bacio, buona nanna :)

lenny ha detto...

La voglia di sperimentare è una molla motivazionale molto potente e vedo che nel tuo caso dà risultati eccellenti.
Complimenti

salsadisapa ha detto...

con la farina di mandorle..?? fantastica!

VANESSA ha detto...

Anche io è tanto che volevo provare la fonduta di cioccolato e inzuppare i più svariati pezzettini di frutta e biscottini quindi credo proprio che stamperò la ricetta! brava e complimenti per lo spiedino carinissimo e alternativo alle solite coppettine :-)

sweetcook ha detto...

Tra i miei abbinamenti prediletti c'è anche questo: pere-cioccolato, e l'idea di servire il secondo sottoforma di fonduta separatamente è molto originale. Complimenti anche per le foto, sono meravigliose(intendo TUTTE). Buon lunedi:-)

Spilucchina ha detto...

Ovunque le si metta, pere e cioccolato sono la fine del mondo!
Bravissima, ottima resa!

Aiuolik ha detto...

Superlativa! Ne potrei avere una fettina quando torno dalla piscina? Grazie :-)

Moscerino ha detto...

@ MissK e Nightfairy: la composta è ottima anche da sola; sulla crostata poi è eccellente...
@ Lenny: hai proprio ragione! anzi devo dirti che è da quando ho vinto le mie insicurezze e ho deciso di sperimentare che sono migliorata come cuoca.
@ Salsadisapa: si si, fantastica! sia per le cotture in bianco (superlativa!) che per le crostate che si infornano con tutto il ripieno
@ Vanessa: anche la presentazione classica della fonduta è molto bella, ma io non volevo mettere in tavola tutto il set, per cui ho creato delle miniporzioni individuali
@ Sweetcook: grazie!! mio marito gongolerà per tutti questi complimenti alle foto! se ti piacciono pere e cioccolato devi vedere il mio prossimo esperimento, di cui parlo tra le righe del post...
@ Spilucchina: grazie!
@ Aiuolik: te la metto subito da parte! ;-)

Gialla ha detto...

Il gusto delle pere mi piace parecchio ma detesto sbucciarle, finisco sempre per sbrodolarmi sino ai gomiti ^.^ihih! Però devo dire che è giunto il momento di preparare un dolce con queste e di sottostare alla sbrodolatura... mi invogli tantissimo!
A presto

CoCò ha detto...

In qualità di Foca rivelazione hai vinto un premio passa a ritirarlo se hai tempo http://www.saleepepequantobasta.com/2008/04/la-torta-golosa-alle-nocciole-per.html

elisabetta ha detto...

Fortunati i tuoi ospiti!

Dolcezza ha detto...

appero'!!! devo dire che in questo momento di languorino ci starebbe tutta..sembra ottima! complimenti!

Moscerino ha detto...

@ Cocò: Foca rivelazione??? wow!!! grazie!! adesso passo a ritirarlo
@ Elisabetta e Gabriella: :-)
@ Dolcezza: grazie! attendo con ansia il ritorno dei martedì della moda...mi raccomando!

dolcienonsolo ha detto...

Crostata ciocco e pere...nn voglio pensarci...buonissima!

Camomilla ha detto...

Che dire... Ecco unn'altra ricetta fantastica, come il tuo blog d'altronde! E' da un po che ti leggo e finalmente trovo l'occasione per farti i complimenti! Sei veramente molto brava davvero!
P.s. ho copiato il tuo filetto al balsamico con salsa ai mirtilli... Era una meraviglia! Slurp...

Moscerino ha detto...

@ Dolcienonsolo: a giudicare dal tuo nick sono certa che anche tu produrrai delizie! appena ho un secondo di tregua vengo a dare un'occhiata da te!
@ Camomilla: quanti complimenti....grazie! benvenuta nel mio blog! non sai quanto sono felice che abbia riprodotto quella ricetta e ti sia piaciuta, ho sempre paura che qualcuno realizzando le mie ricette rimanga deluso...che ne so, perchè non sono spiegate bene o perchè ho fatto qualche errore nel trascriverle...

Camomilla ha detto...

Non ti preoccupare, sei chiarissima nelle spiegazioni!
In merito a quello che ho scritto ieri sul filetto al balsamico con salsa alle cipolle, volevo chiederti se potevo postare la mia versione nel mio blog anche se il risultato non è proprio venuto come il tuo... sai sono nuova e non so come funziona... Grazie per ora!

Moscerino ha detto...

@ Camomilla: ma certo che puoi pubblicarlo! Anche io ho cominciato riproducendo ricette di altri blogger e poi, poco a poco, ho iniziato a modificarle o anche ad inventarne di mie. Anzi, credo sia sempre un piacere, per noi, che altri blogger vogliano sperimentare e riproporre le nostre ricette!

Camomilla ha detto...

Ciao Moscerino! Devo fare una crostata e vorrei fare per la prima volta la pasta frolla con il mixer (di solito impasto a mano)... volevo sapere se devo tenere conto di qualche accorgimento in particolare... Fammi sapere che se viene bene la prossima settimana la posto!
Grazie e baci!

Moscerino ha detto...

beh, Camonilla,non saprei. io ormai uso sempre la planetaria (ma ad esempio Tulip usa spesso il mixer per le frolle), ma cmq non credo ci siano grandi differenze. usa del burro molto freddo, tanto il mixer ha più forza nell'impastarlo. e se alla fine il composto dovesse sembrarti poco omogeneo invece di continuare a mixare (che se no si scalda) dai un ultimo colpetto veloce con le mani

Camomilla ha detto...

Grazie, sei un tesoro! Baci