domenica 10 ottobre 2010

Muffin al limone e semi di papavero

Quando ho preso in mano la macchina per fotografare questi muffin a stento ricordavo come si facesse. Molti mesi sono passati dall’ultima volta che ho fotografato del cibo. Ma è bastato poco per riprendere confidenza con gli sfondi, le tovagliette, il set e tutti gli altri dettagli che occorrno a noi food bloggers per immortalare le nostre ricette.E confesso di essermi proprio divertita.

In molti siete passati da qui sperando di trovare una nuova ricetta, chiedendo a gran voce il mio ritorno. Vi ringrazio per l’affetto. E ringrazio anche coloro che, passando da qui per la prima volta, hanno espresso apprezzamento per il mio blog, promettendo di diventarne sostenitori. Mi dispiace aver deluso le vostre aspettative e non aver ricambiato le vostre gentili visite.

La verità è che mi manca l’ispirazione. La gravità della crisi l’ho compresa solo recentemente quando, dovendo preparare una torta di compleanno, ho scoperto di non avere NESSUNA IDEA. Io che, di solito, avevo liste infinite di dolci da provare! Non solo non ne trovavo nessuna degna di essere fotografata, addirittura non me ne veniva in mente nessuna che mi venisse voglia di preparare!

Mi sembra che sia tutto già visto, già cucinato, già fotografato, meglio di quanto potrei fare io. Insomma, c’è davvero bisogno di un ennesimo sito che riproponga, con maggiori o minori personalizzazioni, ricette che comunque si trovano in altri blog, o libri o ricettari vari? Eppure…già, eppure. Eppure quelle pubblicate qui sono, in qualche modo, anche le mie ricette. Io le ho scelte, preparate con amore, fotografate, commentate. Questo non le rende un po’ mie? E questo sito cos’è se non il mio personale ricettario virtuale? Le nostre madri e le nostre nonne avevano i loro quaderni. Io ho il mio blog. E quando lo “sfoglio” mi meraviglio sempre pensando a cosa sono stata capace di fare, a quanti progressi abbia fatto. Queste mi sembrano ottime ragioni per andare avanti, perciò cercherò di essere più diligente d’ora in avanti.

Che ne dite se iniziamo con una ricetta al mese? Vorrei fare alla settimana, ma non credo di farcela. Devo rimettermi in pari perchè, vedete, sono caduta in una sorta di circolo vizioso. Meno tempo dedicato alla cucina ed al blog equivale a meno tempo speso nella consultazione di blog (i vostri ovviamente, oltre a quelli più blasonati), libri o riviste di cucina da cui trarre nuove idee, il che equivale a minore ispirazione, che riduce ulteriormente la qualità e quantità del tempo dedicato alla cucina. Insomma, una ricetta al mese mi pare un programma fattibile per il momento. Spero di incrementare il ritmo presto.

Intanto, cominciamo con quella di oggi. Ancora muffin, tratti dallo stesso libro dell’ultima volta, “Muffin”, per l’appunto. Questi sono molto molto limonosi. Perfetti per me. E i pezzetti di pera che ci sono dentro, con la loro dolcezza, creano un inatteso contrasto. Sono deliziosi. Vorrei solo poterli fare più spesso, ma mio marito non apprezza i dolci al limone ed io fatico a consumarli prima che diventino cattivi. Dovrei trovare volontari disposti ad aiutarmi a finirli!

Muffin_limone_s

Ingredienti per 6/7 muffins:

160 g di farina 00
1 cucchiaio di semi di papavero
mezzo cucchiaino di sale
1 cucchiaino e mezzo di lievito
la scorza grattugiata di 1 limone grande
75 g di zucchero
65 g di burro
1 uovo (albume e tuorlo separati)
il succo di 1 limone grande (20 ml nella ricetta)
1 vasetto di yogurt bianco cremoso (105 ml di yogurt greco nella ricetta originale)
100 g di pera pelata e tagliata a pezzetti

Per la glassa e la decorazione:

30 g di zucchero a velo
2 cucchiai di succo di limone
semi di papavero q.b.

Preparazione.

Rispetto al solito procedimento per la realizzazione dei muffin (ingredienti secchi da una parte, liquidi dall’altra, ed una mescolata veloce per unire il tutto), quello previsto per questi è più laborioso. All’inizio mi aveva lasciato perplessa, ed avevo fatto dei cambiamenti. Sbagliavo. Il procedimento originale è perfetto, perciò fatemi un favore: provatelo.

Preriscaldate il forno a 190°. Mescolate in una ciotola la farina, i semi di papavero (li trovate nelle erboristerie o nei negozi di prodotti per pasticceria), il lievito, il sale e la scorza di limone grattugiata.

Montate a neve l’albume. Mescolate lo yogurt con il succo di limone. Secondo la ricetta, dovreste ottenere in tutto circa 125 ml. Io questa volta ho utilizzato un vasetto da 125 g di yogurt cremoso e il succo di un limone. Tagliate la pera a pezzetti non più grandi di una mandorla.

Con un frullatore o una frusta a mano, sbattete il burro con lo zucchero, fino ad ottenere una crema soffice. Unite il tuorlo al composto di burro e zucchero e mescolate ancora. Unite il composto di yogurt e succo di limone ed infine l’albume a neve. Incorporate adesso gli ingredienti secchi, senza lavorare troppo la pasta. Aggiungete per ultima la pera.

Suddividete il composto negli stampini ed infornate subito. Cuocete i muffin per circa 20 minuti, fino a che saranno gonfi e dorati ed uno stecchino infilzato nel centro ne uscirà asciutto.

Lasciate intiepidire i muffin e, nel frattempo, preparate la glassa, mescolando energicamente con un cucchiaio lo zucchero a velo con il succo di limone. Dovreste ottenere una glassa morbida, non troppo densa. Eventualmente aggiungete qualche altra goccia di succo di limone. Ricoprite i muffin ancora tiepidi con la glassa e spolverizzate con un pizzico di semi di papavero.

20 commenti:

Alex ha detto...

Meno male che c'è il feed reader che mi avverte, altrimenti non avrei proprio più sperato di trovare un tuo post! Bentornata, ne sono felice! Il blog sei tu, non sono solo le ricette. Chissene se se ne trovano tante altre simili in giro per la rete. Il bello del blog è farlo anche e soprattutto per se stessi. Spero che tu riprenda a divertirti a cucinare, fotografare e scrivere.
E cosa di meglio per festeggiare se non dei fantastici muffins :-)
Baci

fantasie ha detto...

Bentornata!!! E se hai bisogno di aiuto, qui ci sono tre bocche fameliche (oltre alla mia) pronte a "sacrificarsi" per non fare andare a male i dolci...
Baci
Stefania

Benedetta ha detto...

felicissimissima di trovarti nei blog aggiornati!!! sono contentissima che hai pubblicato una cosa nuova, ma ancora di piu' che hai avuto idea e ispirazione, sono certa che è solo l'inizio...sai bene che io ti aspetto, ogni settimana o ogni mese, basta che tu ti diverta come in questo caso! ti abbraccio!

Greta ha detto...

Io ne prenderei 4 grazie! allora 1 adesso perchè un dolcetto dopo cena fa sempre piacere...poi è al limone, quindi pulisce la bocca...gli altri tre sono per la colazione dei pargili domani mattina! Buona serata ciao

Simo ha detto...

...io dico che va benissimo cara, nessuna forzatura!
Che bello rileggerti...e che bei muffins, deliziosi!
Buona settimana, un abbraccio

Saretta ha detto...

Hey Moscerino ben tornataaaaaaaaaaaa!!!!A me va bene anche una ricetta al mese, l'importante è tenersi in contatto!
Le foto e le cose buone le sai sempre fare comunque...bacione!

Cenerentola ha detto...

Bentornata!!!!!!!!ricettina deliziosa come sempre!

Cuocopersonale ha detto...

,,,, cosa si può dire??
Buonisssssimo..

Moscerino ha detto...

@ Alex: grazie per il sostegno, davvero. Anche se vorrei tanto che le mie ricette fossero più originali, proprio come le tue, cercherò di ripartire con quel che so fare. poi si vedrà.
@ Fantasie: grazie, ne terrò conto
@ Benedetta: sapevo che non potevi mancareeeee!!!! cercherò di non deluderti!
@ Greta: :)
@ Simo, Cenerentola e Cuocopersonale: grazie di essere venuti subito a trovarmi!
@ Saretta: grazieeeee!! ero certa che saresti passata subito! è bello ritrovarti!

Ago ha detto...

Quanto sono felice di rivederti cara Moscerino! Quando stamattina ho dato un'occhiata a Google reader quasi non credevo ai miei occhi! :-D
Ti ho pensato proprio qualche giorno fa, mentre guardavo le foto che ho fatto ai tuoi bretzel per decidere in che periodo pubblicarli...hai ragione quando dici che sembra che tutto sia stato visto o che qualcun altro lo abbia fatto prima di te, ma considera che ognuno di noi fa la stessa ricetta in modo diverso e la presenta secondo proprio gusto, soprattutto se parliamo di piatti tradizionali, quindi non pensare a queste cose, ma piuttosto torna...anche con più ricette in un mese :-D
Un bacione
Ago

Ago ha detto...

Ah, dimenticavo, i muffin fatti così sono bellissimi, è da tanto che ce li ho in programma, ma se ti avanzano, non li puoi congelare? magari senza glassa, ma potrebbe essere una soluzione :-D

Wennycara ha detto...

Dici così, ma sei sicura?
Ti faccio un esempio.
Dacchè le ho conosciute, le tue *patate al limone* (quelle nella ricetta dello spada alla pantesca, ma che lo scrivo a fare, lo saprai meglio di me!) sono diventate un must. Buone, buonissime, e ogni volta che ho voglia di prepararle apro il tuo blog e leggo. Perchè sì, sarà anche banale come preparazione, ma adoro leggerla e rileggerla da queste pagine. Ci sei tu qui dentro. Non le cercherei altrove quelle patate: la ricetta alla quale sono affezionata è la tua e punto, è insostituibile.
Credo che il punto della questione sia cucinare con ispirazione; se sia ha voglia, se ci si diverte, se, inconsapevolmente, riusciamo a impastare una parte di noi la blogosfera si arricchisce di contenuti originali.
Quindi, per come la vedo io, è ora di tornare quando in cucina ci si diverte, si sta bene, e non bisogna cucinare per rispettare la scadenza dei post in programma. Muore l'originalità, così, e allora sì, i contenuti si appiattiscono e tutto è già visto e rivisto.
Ecco, fine del papier.
E' che sono troppo felice di rileggerti!

wenny

{buonissimi i muffins: limone e semi di papavero è un accostamento che apprezzo moltissimo!}

martina ha detto...

Che bello, che bello sei tornata! Sono giusto tornata dalle ferie (la sardegna di fine settembre e' una meraviglia!) e ti ritrovo. Come gia' ti hanno detto le altre, l'importanza qua sei tu, non tanto le ricette, quelle sono un contorno! Anche per me limone e semi di papavero e' la morte sua... quindi al piu' presto entreranno nel mio forno. Grazie dell'ispirazione
a presto Martina

Anna ha detto...

Bentornata! Le ricette non sono tutte uguali. Ognuno di noi ci mette sempre un qualcosa di personale in quello che prepara. Posta ciò che senti e quello che hai voglia di fare anche se in giro ce ne fossero altre 1000 di ricette come la tua. Ma sta sicura che la tua sarà comunque diversa!
Un grande abbraccio
Anna

Moscerino ha detto...

@ Ago: grazie per l'incoraggiamento cara. Quanto al tuo suggerimento non so....non amo congelare i dolci, eccetto le brioches. tu hai già congelato i muffin? e come li scongeli poi?
@ Wenny: beh tranquilla, l'ho molto gradito. Sai che quelle patate le avevo completamente dimenticate? e dire che prima le fecevo continuamente. sono pazza io, o succede anche a te di dimenticarti di ricette che magari in un certo periodo preparavi invece spessissimo??
@ Martina: Sardegna a fine settembre? che invidia!! :)
@ Anna: grazie mille! Mi avete convinto! ed infatti, ieri sera ho preparato dei biscotti che credo abbiano pubblicato già praticamente tutti, eppure li ho fotografati lo stesso!!! :)))

Alè ha detto...

Ciao!

ho creato un gruppo su facebook per tentare di riunire e pubblicizzare un gran numero di blog italiani. Mi sembra un modo carino e comodo per potersi confrontare e aumentare la visibilità dei nostri blog!
Se sei interessato, unisciti a noi e pubblica il link del tuo blog sulla pagina di facebook:
http://www.facebook.com/#!/group.php?gid=153706914659766&ref=ts
oppure cerca “Blogger Italiani”. Se l’iniziativa ti piace, aiutaci a diffonderla presso amici e/o blogger!

GRAZIE!
Ale

Moscerino ha detto...

@ Alè: Grazie per l'invito, ma purtroppo non sono su Facebook!

Asa_Ashel ha detto...

Io sono tra quelli che ogni tanto fanno una capatina, a te sono affezionato perché sei stata la prima food blogger che ho scoperto gironzolando per la rete e che mi ha fatto scoprire tutto un mondo di cui manco sospettavo.
Segui i tuoi ritmi e il tuo istinto, è vero, alcune cose vanno in qualche modo tenute vive perché in questo modo si rigenerano più facilmente, ma certi silenzi a volte sono necessari perchè l'attenzione è rivolta a qualcosa che in quel momento è più importante, fosse anche solo un ritrovare se stessi nelle piccole cose. Le nostre passioni non sono esenti da questi nostri stati d'animo e può capitare di perdere familiarità con qualcosa che fino a poco prima ci veniva facilmente.
Io sono sicuro che la tua passione per la cucina non è stato solo un interesse passeggero, ma è come un linguaggio che hai scelto di usare per esprimere una parte di te. Quando avrai voglia di raccontarti ancora noi saremo qui ad ascoltarti volentieri.
LaCaloriaSolitaria

Moscerino ha detto...

@ Asa_Ashel:ti ringrazio, credo tu abbia colto perfettamente nel segno. Ho attraversato una fase in cui quello che, un tempo, mi infondeva calma e mi rasserenava,come ad esempio preparare dei biscotti, o organizzare una cenetta per degli amici, era diventato uno sforzo; poi un'altra in cui ho ripreso ad accostarmi con gioia alla cucina, ma senza provare alcun desiderio di condivisione.
Adesso, sembra che la voglia di fare e di raccontare sia tornata più viva che mai. Cucino, cambio la grafica del sito, penso a cento altre cose che vorrei fare...
Spero sia un ritorno definitivo, ma soprattutto spero, come tu dici, che la cucina non sia stata per me un amore passeggero.
Buon Lunedì!

Milla ha detto...

Sono contentissima del tuo ritrono, e mi dispiace non essere passata prima, non importa la frequenza con cui posterai, che sia settimanale, mensile o annuale, io ci sarò sempre a leggerti! un bacio e bentornata.

ps: la foto, come al solita è bellissima!