venerdì 12 giugno 2009

Millefoglie al cioccolato

AGGIORNAMENTO: mi hanno segnalato (per l’ennesima volta, e finalmente mi sono decisa ad andare a vedere…) un sito che COPIA INTEGRALMENTE IL MIO BLOG, affermando per giunta, del tutto falsamente, che “tutti gli articoli sono linkati ai loro originali”!! Hanno preso tutte le mie ricette, compresa questa, che avevo appena pubblicato. Il sito è “commenti-cibo” e i loro presunti link alla fonte, invece di rinviare all’autore degli articoli, cioè, almeno per quel che mi riguarda, al mio sito, Brodo di Giuggiole (http://moscerino.blogspot.com/), rinviano a se stessi!!

AGGIORNAMENTO 2: l'amministratore del sito Commenti-cibo ha risposto alle mie segnalazioni, ed ha già provveduto a rimuovere tutti i miei contenuti dal sito. Inoltre, per correttezza vi riferisco che secondo lo stesso amminsitratore, il mancato funzionamento dei link alla fonte era dovuto ad un malfunzionamento del sistema....

Adesso torniamo alla Millefoglie al cioccolato, ovvero….”la diplomatica africana”! Tranquilli…non sono impazzita. Solo che quando ho servito questo dolce è nata una discussione piuttosto insolita che ha condotto a dargli questo nome. E’ andata più o meno così.

Qualche tempo fa ho deciso di fare, per la prima volta, la pasta sfoglia in casa, per accontentare mio marito che aveva preso a ripetere, come un disco incantato: "mi fai la millefoglie, mi fai la millefoglie, mi fai la millefoglie"? “Al cioccolato magari, come quella che abbiamo mangiato a Parigi”!

Io tentavo di farlo smettere, osservando che ogni volta che lui mi aveva chiesto di preparargli un dolce assaggiato in pasticceria, era rimasto sempre più o meno deluso, perchè il risultato casalingo è inevitabilmente diverso dall’originale.
Tutto inutile. Non la smetteva.

E così, ho deciso di fare la pasta sfoglia in casa e con quella una millefoglie al cioccolato (ricetta di Sebastien Gaudard) vista in una raccolta di ricette al cioccolato ed analoga a quella assaggiata l’anno scorso a Parigi.

L'ho servita durante una cena con degli amici (un dolce così mica potevamo mangiarlo tutto noi!)ed uno ha detto: “Ah, hai fatto...come si chiama quel dolce con la pasta sfoglia?....Ah si, la diplomatica”. “Ma guarda che la vera diplomatica non ha la crema al cioccolato”, osserva mio marito. E l’altro, imperturbabile: “Va beh questa è una diplomatica...di colore! Anzi, una diplomatica africana!!!!”. E fu così che la mia millefoglie al cioccolato si trasformò in una “diplomatica africana”!

millefoglie copia

Ingredienti:

per la pasta sfoglia (ricetta tratta da Il Talismano della Felicità)

250 g di farina 00
5 cucchiai d’acqua
1 pizzico di sale

250 g di burro per sfogliare

per la crema al cioccolato e la composizione del dolce (ricetta di Sebastien Gaudard)

100 g di cioccolato fondente al 70%
375 ml di latte
1/2 stecca di vaniglia bourbon
75 g di zucchero semolato
5 tuorli
4 cucchiai rasi di amido di mais
40 g di burro
80 g di panna fresca (la ricetta prevedeva doppia panna)

50 g di zucchero semolato
40 g di zucchero a velo

Preparazione

Ovviamente, si comincia dalla pasta sfoglia. Ora, dovete sapere che ho rimandato la pubblicazione di questo post per settimane, perchè volevo spiegare per benino la preparazione della pasta sfoglia. Poi, come avrete notato, ho smesso di occuparmi del blog. Oggi, per la prima volta da settimane, ho deciso di cucinare qualcosa (che, forse, vedrete a breve) e di pubblicare una ricetta del mio archivio, ma non me la sento proprio di perdermi in una profusione di dettagli sulla preparazione della pasta sfoglia, perciò non me ne vogliate se vi rimando a questo utilissimo video passo passo che spiega il procedimento assai meglio di quanto potrei fare io! Uniche avvertenze: il video è in inglese, ma non vi preoccupate, si capiscono tutti i passaggi anche se non si conosce la lingua; inoltre, le dosi che io ho usato sono diverse, perchè ho voluto affidarmi ad una ricetta collaudata, quella del celeberrimo Talismano della Felicità di Ada Boni, regalatomi poco tempo fa dalla mia collega P.

La differenza più evidente tra le ricette, a mio parere, è l’assenza nella mia ricetta del burro nel “détrempe” (ossia nel primo impasto, all’interno del quale, si racchiude il burro), che porta ad un impasto leggermente più consistente e meno elastico da lavorare rispetto a quello che vedete nel video; in compenso però, la mia sfoglia in cottura si è sfogliata moooolto più della loro, è diventata altissima!

Terminata la preparazione della sfoglia, passate alla fase successiva. Stendete la pasta sfoglia molto molto sottile, fino ad uno spessore di 2 mm (io l’ho fatto a mano e non è stato facile, potreste forse provare ad usare una sfogliatrice per la pasta fresca, quella per fare le lasagne per intenderci). Lasciate la pasta intera in un unica sfoglia, o tagliatela in tre strisce di circa 24 x 8 cm. Se non la tagliate adesso, lo farete una volta cotta, ma vi avverto che non è facilissimo!
Coprite una placca con un foglio di carta forno e inumiditelo con un pennello. Adagiatevi sopra la pasta sfoglia e riponetela in frigo per un’oretta.

Preriscaldate il forno a 220°. Cospargete la pasta con i 50 g di zucchero semolato ed infornate la pasta, abbassando il forno a 200°, per una decina di minuti o fino a doratura. Togliete la placca dal forno e, facendo attenzione a non bruciarvi e a non rompere la pasta sfoglia, capovolgete quest’ultima in modo che la parte che prima stava sopra vada a contatto con la teglia. Spolverizzate la pasta sfoglia con 40 g di zucchero a velo e infornate nuovamente per altri dieci minuti circa, per portare a cottura la sfoglia e far caramellare lo zucchero a velo. Ponete a raffreddare in un luogo ben asciutto.

Preparate la crema. Sminuzzate il cioccolato. Fate scaldare il latte con mezza stecca di vaniglia, opportunamente divis a metà e grattata per estrarre i semi. Mescolate i 75 g di zucchero semolato con i tuorli d’uovo, sbattendo con una frusta. Unite l’amido di mais. Incorporate gradatamente il latte continuando a mescolare. Mettete sul fuoco e portate ad ebollizione mescolando continuamente. Spegnete il fuoco ed unite i pezzetti di cioccolato, mescolando fino a farli sciogliere. Lasciate intiepidire la crema, quindi unitevi il burro a dadini, mescolando delicatamente. Infine, montate la panna fino a renderla soffice e leggera, poi incorporatela delicatamente alla crema al cioccolato.

Assemblaggio. Se non lo avete fatto prima di cuocerla, ricavate dalla pasta sfoglia tre strisce rettangolari 24 x 8 cm, utilizzando un coltellino affilato. Conservate le briciole che si formeranno e sminuzzate i ritagli di sfoglia. Spalmate metà della crema sul primo rettangolo, coprite con il secondo, aggiungete la restante crema ed infine terminate con il terzo rettangolo di sfoglia. Tagliate con delicatezza 6 porzioni di circa 4 cm di larghezza ciascuna, utilizzando un coltello seghettato. Ricoprite i bordi delle millefoglie con le briciole caramellate. Spolverizzate di zucchero a velo e servite.

Se dovete conservare il dolce in frigo, abbiate cura di chiuderlo in un contenitore ermetico, perchè in frigo la sfoglia perde fragranza. L’ideale è comporre il dolce poco prima di servirlo.

16 commenti:

VerA ha detto...

Semplicemente una meravilgia!

enza ha detto...

ohhhh finalmente ti aspettavo.

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

E vale davvero la pena mettersi a fare la sfoglia in casa? Tanto di cappello, io credo che non mi cimenterò mai. Ha un meraviglioso aspetto.
Baci
Alex

Moscerino ha detto...

@ Tutti: avete letto l'aggiornamento sul plagio dei miei posts? Scandaloso...sono furibonda! :(
@ Vera: grazie
@ Enza: riesci a trovare anche il tempo di venire a trovarmi? grazie! Spero che il mio sia un ritorno definitivo, non una cosa momentanea, pare che mi stia tornando la voglia di cucinare....
@ Alex: si si e ancora si! ne vale proprio la pena! e ti giuro che non è così difficile...se poi acceleri un pochino le pause tra le girate mettendo la pasta nella parte più fredda del frigo non ci vuole nemmeno tantissimo tempo..ed è divertente!!

unfilodolio ha detto...

Bentornataaaaaaa!!!
Ho seguito il tuo blog sin dai suoi primi passi, spesso in silenzio a volte lasciando un commentino...la diplomatica africana è strepitosa!!!
Spero di trovare presto qualche altro post.
Meg

Moscerino ha detto...

@ Meg: grazieeee! Non sai quanto mi faccia piacere pensare che chi mi seguiva da tempo non si è stancato di aspettarmi ed appena mi sono fatta viva è tornato a manifestarmi il suo affetto e la sua stima. grazie grazie grazie!

Moscerino ha detto...

Segnalazione: l'amministratore di commenti-cibo ha risposto alle mie segnalazioni ed ha già rimosso i miei contenuti dal sito.
Inoltre, i link alla fonte dei post pubblicati adesso risultano attivi.
Per correttezza vi riferisco che la mancata segnalazione della fonte era dovuta, secondo l'amministratore, ad un malfunzionamento del loro sistema. Chissà...

Dolcienonsolo ha detto...

Bisogna stare con gli occhi sempre aperti...ormai è divenuta una moda il copia/incolla...
il millefoglie è da capogiro...

Claudia ha detto...

Il plagio è veramente una schifezza, lascia l'amaro in bocca davvero...fortuna che c'è questa millefoglie africana che rianima la vista e il palato per i fortunati che l'hanno assaggiata ;)
inviadiabile la sfoglia fatta in casa
bravissima *

Moscerino ha detto...

@ Dolcienonsolo: grazie per la solidarietà e i complimenti
@ Claudia: beh almeno stavolta la cosa si è risolta in fretta e con una certa eleganza
Quanto alla sfoglia...ma dico, tu che hai preparato un intero rinfresco per la comunione di tua figlia, che prepari ogni tipo di pasta e pane da quando hai il Ken...non ti lascerai mica impressionare dalla sfoglia??? provala che è bellissimo farla, ti da una soddisfazione...!

Claudia ha detto...

:D
grazie!!!!
ok!
****

Wennycara ha detto...

Quanto mi dispiace per quello che è accaduto (e continua ad accadere!) al tuo blog :(
Questa millefoglie è decisamente accattivante: bravissima!

wenny

salsadisapa ha detto...

mi inchino....!

ps: per quanto riguarda il plagio, cosa dire... porco qui e porco là! :-< menomale che si è tutto risolto...

Marina ha detto...

Ahah, almeno alla tua dolce metà piacciono i dolci! :D E' già qulalcosa...
Anch'io voglio fare la sfoglia, sono convinta che posso farcela!!
E di sicuro quando la farà la userò per una millefoglie. Secondo me la più buona del mondo è con crema pasticcera e fragoline :999 Slurrrp!
(ros)marina

Moscerino ha detto...

@ Wenny: grazie!
@ Salsadisapa: si..meno male
@ Marina: ma si che puoi farcela! crema e fragoline dici?? wow...buonaa!

Emy ha detto...

Ho visto che fra i blog che segui ti manca il mio!!!! vienimi a trovare in: le torte stregate di emy
P.S: favolosa questa ricetta!!!
Baci e alla prossima
Emy