mercoledì 30 gennaio 2008

Spaghetti al ragù di capone (con una "p", che poi è un pesce...) profumato allo zafferano!

Devo premettere che questa ricetta è un po' fuori stagione! infatti, il capone, che in altre parti d'Italia ho scoperto essere noto con il nome di "lampuga" (che potete vedere qui), è un pesce azzurro, che vive in acque profonde ed il cui periodo ideale (almeno qui da noi) si aggira tra agosto e settembre-ottobre, dopo di che scompare dai banchi dei pescivendoli. So anche che è un pesce diffuso solo nelle zone tirreniche e poco conosciuto dalle altre parti. E questo anche perchè è un pesce che, più degli altri, deve essere consumato freschissimo ("vivo", come si dice qui!).
Tuttavia, il capone può essere egregiamente sostituito con altri pesci azzurri dal sapore intenso e dalle carni ricche, ad esempio degli sgombri; perciò ho pensato di potervi proporre la ricetta.
Tornando al capone (o lampuga), le sue carni sono leggermente grasse, ma saporite ed adatte ad essere preparate in molti modi: arrostite, fritte, previa marinatura con l'aceto, in umido e, come in questo caso, nei sughi. Ho scoperto che esistono diverse scuole di pensiero a proposito delle pezzature migliori. Ad esempio, nella mia famiglia, si sono sempre consumati quelli più piccoli, al principio della stagione, perchè più magri e delicati, ma inadatti a certe preparazioni. Altrove (in particolare dal mio pescivendolo, il quale è piuttosto famoso e pare che se ne intenda) si prediligono gli esemplari più grandi (attorno ad 1 kg), da fare a tranci o a filetti, a seconda degli usi previsti.
Con il filetto della coda di uno di questi grandi esemplari, io ho preparato questo ragù, nato per 2 persone ma che sarebbe stato sufficiente per almeno 3 persone, dato che ce lo siamo ritrovato anche per cena!
(scusate per la foto, erano i miei primi tentativi autonomi -vale a dire senza i suggerimenti di mio marito- di fotografia!)

spaghetti ragù di capone

Ingredienti:

per il ragù:
300 g di filetto di capone (la parte della coda)
500 g di pomodori
un cucchiaino di curry (mezzo se avete quello forte)
mezza bustina di zafferano
mezza cipolla rossa di tropea
mezzo bicchiere di vino bianco
la scorza grattugiata di un limone
prezzemolo tritato
olio, sale

per la pasta (per 3 persone):
300 g di spaghetti
mezza bustina di zafferano

Preparazione:

Riducete a cubetti il filetto di capone, dopo averlo privato di tutte le lische. Lavate anche i pomodori, privateli della pelle e dei semi interni e tagliateli a piccoli dadini. Tritate la cipolla.
In una padella scaldate 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, soffriggete la cipolla per un paio di minuti, poi unite il capone; fatelo soffriggere bene, poi sfumate con il vino, lasciatelo evaporare ed unite i pomodori. Salate, aggiungete il curry e cuocete a fuoco moderato per circa 8-10 minuti. A metà cottura unite lo zafferano.
Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua salata in cui avrete disciolto la restante mezza bustina di zafferano. Se il ragù durante la cottura dovesse asciugarsi troppo allungatelo con poca acqua di cottura della pasta. Scolate gli spachetti al dente e fateli saltare nel sugo. Terminate con una manciata di prezzemolo tritato.

23 commenti:

Dolcezza ha detto...

come sono invitanti! il cappone è qualcosa che davvero non ho mai cucinato..certo questo intingolo per la pasta invoglia proprio!

Moscerino ha detto...

umm...sono certa che tu hai fatto solo un errore di battitura, ma per si e per no io ho cambiato il titolo del post per chiarire che....si tratta di pesce!!! e non ha nulla a che vedere con pollame e affini!!! :-D

elisabetta ha detto...

Da noi si chiama "anzolètto" ed è usato quasi esclusivamente per la zuppa, non è neanche tra i più conosciuti. Personalmente, ho più dimestichezza con il cappone pennuto: lesso, arrosto, in umido...

Moscerino ha detto...

@ Elisabetta: eh eh eh! anche io sono più pratica di carne, ma devo esercitarmi con il pesce. cmq ho letto che in certe parti di italia con il nome di "capone" è noto un pesce appunto da zuppa simile a...vediamo dovrebbero essere fragolini, gallinelle e simili. il mio invece è un pesce argenteo con i denti aguzzi, pure bruttino! è questo qui: http://www.calabriapescaonline.it/
gallery/displayimage.php?album=search&cat=0&pos=2

enza ha detto...

pare che sia frequentissimo a S.Vito Lo Capo dove lo pescano mettendo in mare e trascinando delle fronde di palma. (non è che son brava è che l'ho visto in tele).
mi verrebbe da essere perfida e dirti che è meglio il faidate, ma poi no....è solo che secondo me questa foto è davvero ben fatta forse un pò poco luminosa ma mi viene comunque voglia...
ma lo sai che a casa mia questo pesce lo snobbano? i miei familiari storcono il naso...ma in effetti snobbano tantissimi pesci e secondo me si perdono un sacco di cose.

Moscerino ha detto...

@ Enza: in tele o no, ne sai sempre più di me!! dovrei informarmi di più sugli ingredienti che uso,specie se poco diffusi fuori dalla sicilia! con le foto da quando ho scattato questa ho fatto enormi progressi, per la composizione e la luce...adesso inizio ad essere bravina...ma solo con il cibo, che non si muove!quando devo fotografare le persone invece, sono ancora una frana! :-P
cmq è vero, molti lo snobbano,ma è buono e costa poco, il che non guasta!

Gnocchetto al pomodoro ha detto...

..e sai cosa c'è, hai proprio ragione, per cui provvederò a linkarti anche io..perchè altrimenti...non ce la facciamo proprio a incontrarci quanto vorremmo!;)) a presto carissima

Aiuolik ha detto...

Qui in Sardegna si trovano più facilmente i capponi con due p :-) So però che da qualche parte (mi pare in Emilia) il capone è un piatto tipico del Natale.

Ciao,
Aiuolik

Viviana ha detto...

ecco sì, il capone è uno di quesi pesci che mi manca!! :( però appunto riesco a soffrire meno della sua mancanza mangiando lo sgombro... buona questa pasta :D

elisa ha detto...

sai che non lo conoscevo il capone??Sembra molto appetitoso!!
Ciao!

Moscerino ha detto...

@ Gnocchetto:grazie, e a presto!
@ Aiuolik: provala con lo sgombro, è buona lo stesso!
@ Viviana: :-D
@ Elisa: puoi provare la pasta con lo sgombro; lo zafferano con il pesce secondo me, sta molto bene!

comidademama ha detto...

Sto per piantare la forchetta nello schermo, sono bellissimi!!!!!!
Io ho una pentola piccolissima e non ci stanno gli spaghetti, prima o poi ne compererò una più grande, intanto uso pasta corta ^_^

Ho visto che ti cimenterai nelle ricette a forma di cuore, quasi quasi ci provo anche io.
Parteciperai alla raccolta di ricette a lume di candela e/o ricette vegan per Mi Illunimo di meno?

Moscerino ha detto...

io vorrei, almeno per quelle a lume di candela (cucinare vegan non fa per me...io adoro carne burro, uova... :-D), ma non mi viene in mente nulla!! aspetta aspetta....ci sono!! ho una crema di verdure (rigorosamente passata con il passaverdure manuale) che potrebbe andar bene...ingredienti locali (carciofi e patate) e la spesa l'ho fatta in bici! vale?? se no, non ho proprio idea...ma continuo a pensare!

salsadisapa ha detto...

ma quindi è il famoso "al capone"...
*_*
battuta del fischio! uahahhhh scusa scusa, torno seria... è un pesce mai sentito nominare! copio il tuo ragù per altri pesci azzurri: credo che mi sarà difficile trovare quello nell'unica regione del mondo (esageraaataaa) senza mare :-(

ciaoooo :D

enza ha detto...

povhe parole con marta in braccio un link per saperne di più sulla pesca dei caponi http://www.tempuricapuna.it/libro1_2.htm

Lo zucchino d'oro ha detto...

Ciao!
Sarò in concerto a Palermo ai Candelai sabato 2 febbraio con il mio quartetto + L'Aura.
Magari ci vediamo!!!!

Baci

Moscerino ha detto...

@ Salsadisapa: eh eh eh!!!ma si, vanno bene altri pesci azzurri "cubettabili" (nel senso che alici e sardine non so se ci starebbero...) :-D
@ Enza: ma tu sei una fonte inesauribile di informazioni...praticamente come super quark e linea blu insieme!!!
@ Lo zucchino: ma dai!! sono curiosa di sentirti suonare, per la verità non ho idea di che genere di musica facciate! vedo se riesco a venire!!! baci!

teresa ha detto...

Anche a me piace un sacco il nome del tuo blog,e poi anche la storia del nickname che è molto carina!e anche io messa tra i preferiti così non devo passare sempre da bian per trovarti..ciao,a presto!

Moscerino ha detto...

@ Teresa: grazie! benvenuta nel mio blog! sai che il creatore del nick name è convinto che io ce l'abbia con lui e glielo rinfacci?? io invece lo adoro! sia lui che il nick! a presto!

Moscerino ha detto...

ehi....ma sei Teresa del Totano pingue!!! l'ho visto solo adesso! :-D
allora adesso non ci perderemo più!

comidademama ha detto...

mia cara moscerì (posso permettermi il diminutivo? con simpatia!) sei veramente una sagoma!
Certo che vale, vale tutto!
Un abbraccio, mi hai messo di buon umore con la tua energia.

Moscerino ha detto...

@ Comida: :-D eh eh eh! allora la posterò a breve!

comidademama ha detto...

super, allora aspetto fiduciosa!