venerdì 4 luglio 2008

Polpettine di alici

Premessa n° 1: Forse avrei dovuto intitolare questo post "polpette di alici Cavoletto style", perchè se è vero che le polpette di sarde sono un piatto tipico dalle mie parti, è pur vero che da una ricetta di Cavoletto (erano delle polpette di pesce spada) ho preso l'idea di passarle nella granella di pistacchi, anziché nella semplice farina, e di accompagnarle con un bicchierino. Nel mio caso il contenuto del bicchierino è differente, ma l'idea di fondo della presentazione la devo a lei.
Premessa n° 2: Questa ricetta la dedico ad un'amica speciale...lei sa perché.
Finite le premesse, passo alla ricetta. Le polpette di sarde (io ho preferito utilizzare le alici, dal gusto più delicato) sono un piatto tipico dalle nostre parti (a noi siciliani piace "polpettare"...lo facciamo con le sarde, con la neonata, con la carne...). Di solito le polpette sono più grandi e leggermente schiacciate, contengono una discreta quantità di formaggio (caciocavallo in genere) ed il prezzemolo, in aggiunta alla menta. Vengono servite come antipasto o, più spesso, come secondo.
Dopo aver visto le polpette di pesce spada di Cavoletto, ho pensato di preparare le polpette di sarde, apportando una serie di varianti, sia nella ricetta che nella presentazione, per trasformare questo semplice e tradizionale piatto in un originale finger-food.
Questo è il risultato.

EDIT: con questa ricetta partecipo al contest  2011 di Kitchenqb e Pesca in Sicilia, dedicato al pesce nella cucina siciliana e mediterranea.
Polpette_di_sarde
Quella che vedete nel bicchierino è una granita di pomodoro, la cui freschezza crea un piacevole contrasto con la polpettina calda e (fritta!).
Ingredienti:
300 g di alici già pulite (calcolate circa il doppio come peso lordo)
1 albume d'uovo
un piccolo mazzetto di menta fresca
mezzo spicchio di aglio
1 cucchiaino di parmigiano
2 o 3 cucchiai di pangrattato
sale, pepe
100 g (credo ne bastino meno) di pistacchi ridotti in granella
per la granita di pomodoro:
500 g di pomodori ramati
sale, pepe, olio
menta e basilico
Preparazione:
Cominciate dalla granita di pomodoro, che deve avere il tempo di rassodare in freezer (almeno un paio d'ore).
Lavate i pomodori, quelli ramati, rotondi e sodi. Spellateli e privateli dei semi. Metteteli nel frullatore con un goccio (proprio un goccio) di olio, un pizzico di sale e di pepe e alcune foglie di basilico e menta (meglio poche all'inizio, quando frullate il tutto non devono alterare il rosso dei pomodori). Frullate velocemente, poi assaggiate per controllare la sapidità. Mettete il composto ottenuto in un contenitore e riponetelo nel freezer; mescolatelo all'incirca ogni 30 minuti, per rompere i cristalli di ghiaccio che si andranno formando. Fate attenzione che non solidifichi completamente, deve diventare appunto una granita. Se dovesse congelare troppo, mettete nel frigorifero per un po' e poi frullatela di nuovo per rendere omogenea la consistenza.
Preparate le polpette. Ci vorrà un po' di tempo, specie per pulire il pesce. Staccate la testa alle alici, tiratela in modo da aprire le alici a metà ed evisceratele; togliete quante più lische  possibile, meglio se con l'aiuto di una pinzetta, quindi sciacquatele sotto l'acqua corrente ed asciugatele con della carta assorbente. Una volta pulito il pesce (come ho scritto sopra ne dovete ottenere circa 300 g), tagliuzzatelo in minuscoli pezzettini (ho sentito dire che qualcuno lo frulla, ma io preferisco tagliarlo a coltello)  e ponetelo in una ciotola. Aggiungete l'albume d'uovo (il tuorlo coprirebbe il sapore delle alici, mentre l'albume ha un sapore quasi neutro), la menta tritata, il parmigiano, un pizzico di sale e di pepe e l'aglio, privato dell'anima centrale e tritato il più finemente possibile (meglio se avete uno schiaccia-aglio). Cominciate a mescolare ed aggiungete il pangrattato. La quantità indicata è approssimativa, dovete regolarvi in base alla consistenza che otterrete mescolando gli altri ingredienti. Il composto deve essere sufficientemente denso da poterlo maneggiare per formare le polpette, ma non deve essere troppo sodo. Formate delle polpette molto piccole, diciamo quanto una noce, e passatele nella granella di pistacchi. Friggetele in una padella con circa un dito di olio, girandole a metà cottura. Non cuociono molto, forse 4 minuti, forse meno, io vado ad occhio. Asciugatele su carta assorbente e tenetele in caldo fino al momento di servirle. Vi suggerisco comunque di cuocerle all'ultimo momento, sono più buone.
A questo punto componete il piatto. Versate la granita di pomodoro nei bicchierini ed infilzate le polpettine con uno stuzzicadenti, che porrete sopra il bicchierino (come nella foto, insomma!!!).
Con le quantità indicate dovreste ottenere circa 4-6 bicchierini di granita, ma le polpette saranno una quindicina più o meno. Potete servire le altre a parte, per fare il bis, oppure aumentare la quantità di pomodoro per la granita.

41 commenti:

Giorgia ha detto...

mmmhh, pulpette! sono la mia passione, solo che sono troppo lunghe da preparare per una pigra come me... dovrò impormelo! non è che potresti invitarmi a cena? scherzo! un bacione

Gianluca Pistore ha detto...

ciao, ti segnalo un'interessante iniziativa per diffondere i blog di cucina, è un premio-meme. ti farà ricevere, al contrario del solito, tantissime visite, scopri come su:

www.gianlucapistore.com

a presto, ti aspetto

ziasippa ha detto...

� vero , a noi siculi piace polpettare.. forse per non sprecare gli avanzi, o per proporre la stessa cosa in maniera diversa.
sono sicuramente da provare...

noi le facciamo al sugo, con i pinoli l'evatta e il finocchietto.
se ho l'occasione qualche volta le posto..
baci

Moscerino ha detto...

@ Giorgia: :-DDD
@ Gianluca pistore: un premio-meme sembra una cosa carina, ma ho un dubbio: che vorresti dire con "ti farà ricevere al contrario del solito tantissime visite"? starai mica insinuando che il mio blog è poco frequentato????? perchè non è una cosa carina da dire....questo è uno spazio con pochi ma assidui frequentatori, ecco!!! ;-)
@ Ziasippa: uh...è vero, anche io conosco quelle al sugo con i pinoli e l'uvetta (anche questi li mettiamo un po' ovunque!!), solo che a casa mia si faceva sempre questa versione qui, solo fritta, quindi non me le ricordavo più! se le posti colgo l'occasione per prepararle!

sciopina ha detto...

che belle!Anch'io le preparo a volte e le condisco con un po' di sughetto al pomodoro con una fogliolina di basilico.. Ho imparato a palermo.
Le tue con la granella di pistacchio e la granita sono da manuale..wow!
a presto
sciopy

Alex e Mari ha detto...

La granita è una splendida idea. Da quando è iniziato questo caldo sto facendo grandi scorpacciate di pomodori. La farò sicuramente. Per le polpette aspetto di tornare in Italia dove sono sicura di trovare dell'ottimo pesce.
Buon WE, Alex

Moscerino ha detto...

@ Sciopina: beh queste sono quasi la stessa cosa, solo che ho un po' rivisitato la ricetta...il sugo invece di metterlo attorno l'ho messo a parte e congelato fino a farlo diventare una granita!
@ Alex: sono sicura che troverai altri abbinamenti per la granita...un bel cous cous freddo con verdure ad esempio...o delle polpettine di altro genere..insomma tu avrai di certo delle ottime idee!
buon WE!

Gunther K.Fuchs ha detto...

originale e molto raffinato, complimenti

Marcello Valentino ha detto...

Ciao Moscerino...
Sicuramente preferisco la tua versione molto nostrana...
Un bacio

lenny ha detto...

E' un'idea molto raffinata, per proporre una ricetta già molto sfiziosa.
Il connubio pesce-pistacchi è una vera delicatezza per il palato e la granita di pomodoro una fresca coccola da concedersi.
Baci

Sere ha detto...

Ottima presentazione, ottimo piatto! Che voglia mi hai fatto venire di polpettine di pesce, mannaggia... ma il fritto... ;-(
SMACK

Moscerino ha detto...

@ Gunther: grazie!
@ Marcello valentino: grazie anche a te!
@ Lenny: le tue doti di scrittrice traspaiono persino nei commenti...non ti limiti a un banale "buono" oppure "brava!", ma scegli con cura le parole e ti soffermi sui dettagli della ricetta
@ Sere: magari puoi provare a cuocerle al forno! sarebbero meno "siciliane" ma buone lo stesso immagino! ;-)

NIGHTFAIRY ha detto...

Davvero bellissime queste polpettine!

enza ha detto...

:o fare fare fare e grazie grazie grazieeeee.
e se si provasse il contrario?
polpetta cruda di pesce marinato passata nella granella di pistacchi o anche mandorle e pistacchi e invece il sugo di pomodoro caldo?
mi piace provocare eheheheh

MarkoVale ha detto...

Certamente una casa vinicola come Maurigi a ridosso di una località favorevole come Bardonetto non può mancare!! Ottimi vini, tralaltro sono tra i pochi ad essere prodotti (i rossi) con una gran varietà di vitigni come "Le terre di Maria" realizzato con Cabernet sauvignon, merlot,Sirah e pinot nero. Il motivo per il quuale non ho ancora inserito nella lista del mio blog questa cantina è che non ho chiesto ancora l'autorizzazione , come di solito faccio, ma mi riprometto di farlo quanto prima. Grazie di cuore per il tuo intervento. Baci

MarkoVale ha detto...

Se ti fa piacere ti ho aggiunta alla lista dei miei amici , ciao

Dolcezza ha detto...

il risultato mi sembra veramente molto carino e appetitoso! per i pistacchi poi ho un debole...!
buona giornata mos!

salsadisapa ha detto...

te sei un geniaccio! la granita di pomodoro è troppo stuzzicante :-D bravissima!

Susina strega del tè ha detto...

Buonissime1 io adoro le polpette e queste........gnam!!!

emilia ha detto...

Granita di pomodoro ? Bella mi piace, le polpette poi...beh a quelle non si rinuncia ;) Baci.

Uvetta ha detto...

Mia mamma ha fatto l'altro giorno delle meravigliose polpette di sarde con cumino e sedano, cotte nel sugo con le olive...insomma pure quella una goduriosa ricetta (marocchina). Queste tue mi stuzzicano proprio, per cui prevedo un imminente scambio di polpettine :D

Moscerino ha detto...

@ Nightfairy: grazie cara!
@ Enza: foooorte la tua idea! davvero geniale!
@ Markovale: figurati....quel che conta è che non l'abbia preso come un appunto; ti ho solo indicato una casa vinicola che io amo molto (foss'anche solo per i nomi dei vini....non so li trovo romantici!!) ma sono felice che anche tu la apprezzi! e grazie di avermi aggiunta alla lista degli amici! la prossima volta che organizzo una cena ti chiedo consigli sui vini!
@ Dolcezza: anche a me piacciono tanto i pistacchi! e sono anche molto scenografici con quel bel colore verde brillante!
@ Salsadisapa: l'ho assaggiata in un ristorante tempo fa e ho voluto provare a riprodurla...è davvero piacevole il contrasto caldo freddo con le pietanze!
@ Susina: :-)
@ Emilia: grazie! baci anche a te!

VANESSA ha detto...

miiii che bbbuone! e meno male che non avevi più l'ispirazione per una buona riucita gastronomica! sicuramente sono molto saporite e molto interessante la presentazione fingerr foodiana!

Moscerino ha detto...

@ Uvetta: :-D attendo le tue polpettine...la ricetta di tua madre sembra davvero particolare! non vedo l'ora di vederla
@ Vanessa: :-D grazie!

MarkoVale ha detto...

ho un premio per te, passa dal mio blog. baci

Cuocapercaso ha detto...

Pesce e pistacchi è un abbinamento che personalmente amo! bellissima ricetta, ottima per un finger food! te la copio!

;-))

Grazia

Moscerino ha detto...

@ Markovale: grazie...leggo solo ora del premio! passo subito a ritirarlo!
@ Grazia: :-)) felice che ti sia piaciuta! devo dire che i miei ospiti sono rimasti a bocca aperta per la presentazione....fa un grande effetto! e la granita di pomodori si fa davvero in un istante...

Saretta ha detto...

Bella, bellissima e ancora una volta..W la siciliaaaaaaaaaaaaa
Bacioni
saretta

Ciboulette ha detto...

me le ricordavo le polpettine di spada di Sigrid!!

E tu sei bravissima, ti sei ispirata ma gai realizzato una ricetta fantastica (poi le alici sono anche piu' economiche , vuoi mettere!! :))

C'e' un premio da me che ti aspetta, quando vuoi passa a ritirarlo! :))

Moscerino ha detto...

@ Saretta: grazieeee!
@ Ciboulette: grazie! sul costo delle alici rispetto allo spada concordo con te. con quel che costa il pesce spada io preferisco cucinarlo in modi più semplici quando riesco a trovarlo buono. mi sembrerebbe un peccato "nasconderne" il sapore con preparazioni tipo questa
grazie per il premio....mi dai un po' di tempo per ritirarlo? prometto di farlo entro domani! adesso devo scappare a lavoro! baci

Pawèr & Littlefrog ha detto...

bella l'idea,ottimo l'accostamento,deliziosa la presentazione...insomma...un successone!!! complimenti!!!

parolediburro ha detto...

Ottima ricetta,te la copio di sicuro!!!Bravissima.
Buon week end!

Luca&Sabrina ha detto...

Una bontà assoluta!!! Ci stai facendo svenire!
Baci da Sabrina&Luca

Dolcetto ha detto...

Ma sono superbe!! Bè, del resto passando da te non si può che trovare ricettine favolose!

Ciboulette ha detto...

Quello che dici sul pesce e' esattamente la cosa che mi ripete mio marito, secondo lui quando c'e quello fresco e magari pregiato, va lasciato piu' al naturale possibile! :)) E ha ragione :))

Prenditi tutto il tempo che vuoi...io ho fatto la tua cremina gelatinosa al limone FA-VO-LO-SA, forse tra qualche giorno faccio il post :))
Baci!!!

Moscerino ha detto...

@ Pawèr&Littlefrog: grazie!
@ Parolediburro: fai pure!
@ Luca & Sabrina: grazie!
@ Dolcetto: così mi fai arrossireee!
@ Ciboulette: che bello!!! sono contenta che la cremina al limone sia di tuo gusto!

pizzicotto77 ha detto...

Ma quante belle ricettine, ti inserisco tra i miei preferiti, così ti passo a trovare più spesso.

Moscerino ha detto...

@ Pizzicotto77: ma grazie!! che immagine personale tenera che hai scelto! io adoro Winnie Pooh!

SiLviA ha detto...

che bella questa ricetta, davvero particolare, credo proprio che la proverò! S.

SiLviA ha detto...

detto, fatto! Ho preparato questa ricettina: è davvero ottima, grazie mille! L'ho riportata anche sul mio blog, naturalmente citandoti come fonte! A presto! Silvia

Moscerino ha detto...

@ Silvia: sono felice che la ricetta ti sia piaciuta, adesso vengo a vedere la tua realizzazione