domenica 5 ottobre 2008

Pollo arrosto con salsa ai funghi e brandy su crostini croccanti

Beh giusto per non proporvi sempre e solo biscotti (oggi ne ho fatti degli altri!), ho deciso di pubblicare questa ricetta, benché la foto non mi soddisfi. Il fatto è che questo è uno di quei piatti per nulla fotogenici che, tuttavia, per la loro bontà meritano la pubblicazione. E dunque non vi dico che stress cercare di trovare la composizione giusta, la luce, la profondità necessarie per non far apparirlo solo un ammasso informe...il tutto dovendo usare in uno spazio ristretto un tele obiettivo 70-300...con il quale, per chi non fosse pratico, potreste fotografare persino la luna!!!! Diciamo che abbiamo fatto del nostro meglio con i mezzi a nostra disposizione (per fortuna l'obiettivo infortunatosi a Pantelleria dovrebbe tornare a casa tra poco!), ma la foto del libro da cui abbiamo tratto la ricetta era di gran lunga migliore! Il libro è "Arrosto" di Sonia Stevenson, da cui ho già attinto più volte e che non mi delude mai.

pollo_al_brandy

Il merito di questa ricetta va a mio marito, che oggi mi ha convinta a provarla e mi ha aiutato a prepararla; io ero piuttosto scettica perchè non mi piaceva l'idea di mettere della salsa di pomodoro sul pollo arrosto, ma mi sono dovuta ricredere, è delizioso!

Ingredienti (per 4 persone):

1 pollo ruspante tagliato in 8 parti (circa 1 kg)
2-3 cucchiai di olio d'oliva
40 g di burro
4 rametti di timo fresco
4 foglie di alloro
3 cipolle di Tropea (o scalogni)
4 pomodori ramati spellati e privati dei semi (o 1 scatola di "polpapronta")
25 g di porcini secchi
100 ml di brandy
sale, pepe nero di mulinello


4 fette di pane a cassetta, senza crosta
3 cucchiai di burro

Preparazione:

Avrete forse notato che tra gli ingredienti il burro abbonda...e questo era uno dei motivi per cui non mi convinceva la ricetta...ma poi ho deciso che l'autunno è iniziato e ci si può permettere qualche ricetta più ricca di grassi.

Scaldate il forno a 220°. Spennellate i pezzi di pollo con l'olio, sistemateli in una teglia con la pelle rivolta verso l'alto e cuoceteli per 10 minuti.

Intanto, preparate la salsa. Scaldate il burro in una padella, aggiungete le foglioline di timo, l'alloro e la cipolla affettata sottile; fate saltare finché la cipolla diventerà soffice (inizierà a "sudare"), ma non dorata. Aggiungete i pomodori ridotti a cubetti, oppure (non linciatemi, a volte, per risparmiare tempo....e poi avevo questa scatola di polpa nella dispensa da secoli, proprio perché non la uso mai...) la "polpapronta", ed i funghi, precedentemente fatti rinvenire in acqua tiepida per circa 10 minuti. Lasciate cuocere a fiamma bassa finchè la salsa non si sarà ristretta e inizierà a scurire. A questo punto, unite il brandy, salate e pepate, mescolate per un minuto e spegnete la fiamma.

Togliete la teglia del pollo dal forno, girate i pezzi di pollo, copriteli con la salsa, abbassate la temperatura a 170° ed infornate nuovamente il pollo per 30 minuti.

Preparate i crostini di pane: tagliate le fette di pane a cassetta in diagonale, ottenendo due triangoli da ciascuna; rosolateli in una padella con il burro fuso fino a doratura.

Disponete due pezzi di pollo per ogni commensale, disponendoli sopra il pane fritto e cospargendoli con la salsa.

Accompagnate con degli spinaci, o delle bietoline al vapore.

Voi che vino abbinereste ad una ricetta così? So che molti di voi se ne intendono...accetto suggerimenti (capito, Uvetta??).

19 commenti:

Giorgia ha detto...

io purtroppo di vini non capisco nulla e non ti posso aiutare... ma la ricetta mi piace parecchio, e dopo il freddo preso in moto questo pomeriggio sono molto ben disposta verso le ricettine autunnali!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Che signor secondo piatto! Solo leggere il titolo mette appetito! Complimenti

NIGHTFAIRY ha detto...

Troppo bella questa icetta, copiata!Bravissima come sempre :)

enza ha detto...

questa è una di quelle classiche ricette tanto brutte quanto buone.
e per i biscotti...niente niente che hai deciso di far concorrenza al mulino bianco ?

manu e silvia ha detto...

Bellissima la ricetta e non ti preoccupare per le foto...il piatto dev'essere mooolto gustoso!! per il vino..bè, sicuramente un vino rosso e corposo..dopotutto con carne e funghi è l'ideale..magari un cabernet o merlot..
bacioni e buona giornata

Camomilla ha detto...

Ciao cara! Trovo che la foto riesca a rendere molto bene l'idea, comunque ti capisco capita anche a me di cucinare alcuni piatti che non sono affatto fotogenici... E' una ricetta da provare, mi piacciono molto sia il pollo che i funghi secchi!
Buon inizio settimana!

VANESSA ha detto...

anche se non è uguale alla foto del libro....la tua rende l'idea di quanto sia gustoso questo piatto! anche io l'altra sera ho provato il pollo fatto in padella quadi arrostito con una salsina di pomodoro e devo dire che è buonissimo quindi mi posso solo immaginare quante volte vi sarete leccati i baffi mentre mangiavate questa bonta! e complimenti al marito per averti invogliata e aiutata! ;-)

Virginia ha detto...

La ricetta sembra ottima...la carne, invece, -hai proprio ragione- è sempre un incubo da fotografare!!!

Moscerino ha detto...

@ Giorgia: anche qui inizia a far freddo, specie la mattina presto e la sera, e mi è proprio venuta voglia di cucinare cose calde, caloriche e confortevoli! oggi ho fatto un'altra ricettina con burro a go-go, ma adesso sarà meglio che mi fermi se non voglio ingrassare di brutto!
@ Twostella: grazie! ho visitato il tuo blog, molto elegante e raffinato, complimenti
@ Nightfairy: :))
@ Enza: si è proprio così. quanto ai biscotti...beh ormai è una specie di malattia, basta aprire il mio libro d'oro e mi metto subito a sfornar biscotti!
@ Manu e Silvia: grazie per i consigli sul vino!
@ Camomilla: si, è vero, con certe cose è una tragedia tirar fuori uno scatto appena passabile! specie con i secondo di carne per quanto mi riguarda!
@ Vanessa: :))
@ Virginia: si..proprio un incubo!!!

Claudia ha detto...

libriccino niente male ;)
e questo arrosto mi sa che te lo scopiazzo, se fai tanti altri biscotti io non mi offendo stai certa :)
bacetti
cla

elisabetta ha detto...

Anch'io mi sono accorta di sfornare e pubblicare praticamente solo dolci...
Mi piace il tuo arrosto, e sono curiosa di vedere questo libro, che non conosco.
A presto :))

anna ha detto...

Sono un po' ignorantotta in campo enologico ma un vinello te lo voglio consigliare lo stesso. Io ci abbinerei un Sassella, un vino rosso valtellinese che ti consiglio vivamente di assaggiare. Per la foto non ti preoccupare rende la bontà del piatto ed è vero i dolci in generale sono molto più fotogenici....bacioni

Arietta ha detto...

eheh sono d'accordo! per quanto biscotti e dolcetti siano in genere fotogienici, certi piatti sono da impazzire! tu non ti lamentare eh, che vengo li a sgridarti...che se le tue foto son brutte noi povere anime cosa dovremmo dire!
il piatto cmq è molto interessante e gustoso....apprezzo tanto il pomodoro col pollo perchè mi ricorda il pollo alla cacciatora tipico di casa mia sin da quando ero bambina!!
un bacione

Uvetta ha detto...

Ciao cara, che bel piatto complesso che hai preparato! ricco di componenti diverse, l'aromaticità dei funghi e delle erbe, la succulenza della salsa, la tendenza acida del pomodoro, la tendenza dolce della carne e dei crostini al burro. L'abbinamento necessita di un vino che abbia altrettanta struttura e complessità, sposo l'idea del Sassella o di altri vini Valtellinesi da uve Nebbiolo - e a proposito non posso non aggiungere che un Gattinara o altri nebbioli piemontesi da lungo invecchiamento andrebbero altrettanto bene. Dalle tue parti invece propenderei per un Cerasuolo di Vittoria abbastanza recente, magari un'annata 2004. Baci baci

GràGrà ha detto...

Buon giorno moscerino.... questa ricetta è davvero bella.... per quanto riguarda le foto... sappi che per farle decenti alcuni presentano le cose semicrude e poco mantecate...insomma....il piatto lo cucinano a "PEZZI" non so se mi spiego...

basilicoandco ha detto...

Questa è proprio da provare! mi ispira tantissimo! gnam gnam anche con della polenta non deve essere affatto male!

Moscerino ha detto...

@ Claudia: allora se insisti...tra qualche minuto ne posto degli altri!! ;)) e pensare che senza di te non avrei mai scoperto il favoloso libro d'oro...!!
@ Elisabetta: il libro è della Luxury Books, all'inizio ero scettica perchè è di una donna inglese...ma se si perdona l'eccesso di burro le ricette sono molto interessanti
@ Anna: questo vino non l'ho mai assaggiato...alla prossima visita in enoteca ne comprerò una bottiglia! grazie
@ Uvetta: come vorrei saperne quanto te di vini!! adoro anche solo sentirti fare l'analisi di un piatto...l'acidità di quello, l'aromaticità di quell'altro... :D
@ GràGrà: si conosco i trucchi dei fotografi professionisti...ma secondo me anche senza sofisticazioni questa foto avrebbe potuto essere migliore...
@ Basilicoandco: polenta?? ottima idea, anche secondo me ci starebbe benissimo!

Moscerino ha detto...

@ Arietta: ok, ok, non mi lamento...ma di cosa dovresti lamentarti poi tu non lo so...le tue foto sono sempre più belle! :))
sai che il vero pollo alla cacciatora non l'ho mai mangiato nè cucinato?? ti sfido: perchè non lo fai tu e pubblichi la ricetta?? mi piacerebbe provarla....e siccome sono un po' cattivella oggi...voglio far impazzire anche te alla ricerca del modo migliore per ritrarre un pollo coperto di sugo! hihihihi!

LaGolosastra ha detto...

Volevo segnalarti questo link
http://www.commenti-cibo.com/page/6/

dove si trovano parecchie tue ricette e ti chiedo cortesemente di verificare se sono autorizzati a farlo.
Stiamo combattendo contro un esercito di "ladruncoli virtuali" siamo già riuscite a far chiudere un blog, grazie alla segnalazione di Fiordisale ora siamo una sorta di "fronte unito" contro il plagio.
Scusa l'intrusione e grazie per avermi "ascoltata"